Giulia Pratelli - Intervista dell'Artedì

File disponibili

Nessun file caricato

Eleonora Bavastro Giovedì, 13 Gennaio 2022 20:17

Giulia Pratelli, che ha più volte attirato l’attenzione di grandi artisti quali Fiorello (che dal 2014 l’ha accolta nel cast della sua Edicola Fiore), Enrico Ruggeri e Grazia De Michele, negli anni è stata ospite dei concerti di Marco Masini, Edoardo Bennato, Diodato e Mirkoeilcane. Nel 2018 è la cantautrice a dare la spinta propulsiva per creare e organizzare “Come è profondo il mare”, uno spettacolo in omaggio alla musica di Lucio Dalla che la porta a cantare nei teatri e locali italiani insieme a Tommaso Novi, Giorgio Mannucci e Luca Guidi. Nell’estate 2020 apre alcuni concerti di Paolo Benvegnù. Nello stesso anno entra a far parte della scuderia di Blackcandy e l’inizio della collaborazione è segnato dalla pubblicazione di “Un’altra domenica (canzone a casa)”, brano del quale qualche mese dopo verrà pubblicata una speciale live session acustica.

Oggi Giulia Pratelli è con noi per rispondere alle domande di Viviroma.it


chi sei?

Una cantautrice, una ragazza che adora scrivere e cantare.


come è entrata la musica nella tua vita?

In qualche modo c'è sempre stata e sicuramente è stato fondamentale l'amore che la mia famiglia mi ha trasmesso per i cantautori.


tre artisti con cui vorresti collaborare

Ivano Fossati, Paul Mc Cartney, Hindi Zahra


come è nato il tuo nuovo album “Nel mio stomaco”?

Dalla scrittura delle canzoni, che per me è sempre un momento fondamentale. Poi ho lavorato il materiale insieme a Zibba e lo abbiamo finito di arrangiare in studio con i musicisti che hanno suonato i brani (Edoardo Petretti, Toto Giornelli, Filippo Schininà, Luca Guidi). Sono molto felice del risultato che abbiamo ottenuto insieme!


qual è il brano dell’album che ti rappresenta di più?

 Tutti a loro modo raccontano qualcosa di me... sicuramente "Autunno" ha un'importanza particolare, mi ha aiutata a capire in che direzione volevo andare.


Viviroma si occupa di cultura e spettacolo cosa ne pensi della nuova scena musicale italiana?

Penso che sia molto variegata e ci sia la possibilità di trovare qualcosa di bello per tutti i diversi gusti musicali... spero che si possa davvero consolidare uno spazio per le cantautrici e che si riesca ad uscire dalle gabbie dorate che spesso ci vengono destinate.


Viviroma ti ringrazia per il tuo tempo, di seguito il link e la storia dell'ultimo album 'Nel mio stomaco '. 



“Nel mio stomaco” è il terzo album in studio di Giulia Pratelli e vede rinnovarsi la collaborazione artistica con Zibba, che aveva già seguito la produzione del precedente “TUTTO BENE” (Rusty Records, 2017). Contiene 11 tracce, tra cui “Qualcuno che ti vuole bene”, pubblicata lo scorso 22 novembre, scritta e interpretata insieme a BIANCO, e “Le cose da fare”, già contenuta nell’album “Benvenute”, una compilation prodotta da Musica di Seta e dedicata al racconto della condizione femminile. A chiudere la tracklist “Non ti preoccupare”, brano col quale la cantautrice ha vinto il premio “Miglior testo” al Premio Bianca D’Aponte 2018.

«Nel mio stomaco è un disco in movimento, fatto di canzoni di passaggio – spiega l’artista a proposito del nuovo progetto discografico - Si sviluppa come una sorta di viaggio che può svolgersi all’interno, tra le emozioni e i cambiamenti che ci riguardano come Persone, o all’esterno, tra le cose, le relazioni e ciò che accade intorno a noi».

link per l'ascolto: 

Di seguito la tracklist del disco:https://open.spotify.com/album/0TdnpSSRZFGt7eLNCzbQFY?si=ec5e61ea307843ad

“Niente”;

“Luglio”;

“Qualcuno che ti vuole bene”;

“Le cose da fare”;

“Nel mio stomaco”;

“Autunno”;

“A memoria”;

“Tutti hanno ragione”;

“Un’altra volta”;

“Roma Milano”;

“Non ti preoccupare”.

Membri

Gruppi di discussione

I nostri Gruppi in evidenza, unisciti e posta la tua domanda!

Chi c'è