“Itinerari musicali 2021” di Roma Sinfonietta al Teatro Tor Bella Monaca

Mercoledì, 15 Settembre 2021

cinque concerti negli ultimi due weekend di settembre



con grandi musicisti e programmi molto vari e interessanti, da Mozart a Hendrix,



dalla musica klezmer alla canzone romana e a Lucio Dalla





Da sabato 18 a domenica 26 settembre gli “Itinerari musicali 2021” dell’Associazione Roma Sinfonietta presentano cinque concerti nel corso dei due ultimi weekend di settembre al Teatro Tor Bella Monaca di via Bruno Cirino.La programmazione ideata dal direttore artistico Luigi Lanzillotta è estremamente interessantee si caratterizza per la vastità dei suoi orizzonti, spaziando dalla musica barocca al klezmer, dalle canzoni tradizionali romane alla chitarra rock di Jimi Hendrix, per concludersi con un omaggio a Lucio Dalla. Eccellenti gli interpreti, tra cui si possono citare a titolo di esempioFabio Maestri, Laura Pontecorvo, Vincenzo Bolognese, Gabriele Coen, Raffaela Siniscalchi, Rocco Zifarelli, Peppe Servillo e Javier Girotto.



Sabato 18 settembre alle 21.00 Fabio Maestri - spesso invitato daimaggiori teatri sia italiani,tra cui Opera di Roma, San Carlo di Napoli, Maggio Musicale di Firenze e Massimo di Palermo,che stranieri - dirigerà l’OrchestraRoma Sinfonietta. Sono in programma tre dei massimi compositori non solo del Settecento ma di ogni epoca: Haendelcon due suite, tra cui la famosa Water Music, composta per allietare una gita in barca del re d’Inghilterra sul Tamigi; Mozartcon cinque Contraddanze, scritte quando era incaricato di comporre le danze per le feste nel palazzo imperiale di Vienna; Haydncon ilConcerto in sol maggiore per violino e orchestra, capolavoro di un musicista che ebbe un’influenza fondamentale su Mozart e Beethoven. Partecipano quattro solisti di spicco del panorama musicale italiano e internazionale, quali Laura Pontecorvo (flauto), Andrea Di Mario (tromba), Vincenzo Bolognese (violino) e Gabriele Catalucci (clavicembalo)



Questoprogramma di musica classica è particolarmente gradevole e appetibile anche per il pubblico più ampio, al pari di quello di domenica 19 settembre alle 18.00, quando il Klezmer Trio(Gabriele Coenal sax soprano e clarinetto,Gianluca Casadeialla fisarmonica e Marco Loddoal contrabbasso)eseguirà musica klezmer, cioè la musica tradizionaledegli ebrei che nei secoli scorsi abitavano nell’ex impero russo. Un percorso musicale affascinante dal Mar Nero al Mar Baltico, toccando tante città, da Odessa e Kiev fino a Varsavia e Vilnius, e tante nazioni, da Ucraina e Moldavia fino a Bukovina, Galizia, Polonia, Lituania.



Il secondo weekend inizia venerdì 24 settembre alle 21.00 è la volta di “Omaggio a Roma: un viaggio nella canzone romana” con il Triollallero. Insieme aRaffaelaSiniscalchi - una delle più interessanti ed eclettiche voci del panorama italiano, che fa parte della Compagnia della Luna di Nicola Piovani ed ha avuto l’onore di registrare con Ennio Morricone –i membri di questo triosono ilchitarrista Massimo Antonietti e il fisarmonicista Denis Negroponte. Si inizia con Tanto pe’ cantà di Petrolini e si prosegue con tante altre indimenticabili canzoni, come ErBarcarolo romano, Le Mantellate, Te possino da’ tante cortellate, Sinnò memoro, Roma nun fa’ la stupida stasera.



Il giorno successivo, sabato 25 alle 21.00è la volta di “Rock Story da Jimi Hendrix ad oggi” con ilquartettoformato da Rocco Zifarelli e Nicola Costa alla chitarra elettrica, Marco Siniscalco al basso elettrico e Marco Rovinelli alla batteria. Lo spirito con cui è nato questo progetto musicale, che riunisce alcuni dei migliori chitarristi italiani, è fare il punto sullo stato dell’arte della chitarra elettrica. Verrà ripercorsa la storia di questo strumento a partire da Jimi Hendrix, l’interprete del suono distorto, colui che è passato dal rock’n roll al rock e basta, arrivandoanche all’hard rock, fino a precorrere l’heavy metal, con la forza espressiva fenomenale del rock moderno.



Gran finale domenica 26 settembre alle 18.00 con tre grandi interpreti che offriranno un omaggio a Lucio Dalla.SarannoPeppe Servillo (voce), Javier Girotto (sax soprano e baritono) e Natalio Mangalavite (pianoforte, tastiere e voce) a compiereinsieme al pubblico questo viaggio attraverso i capolavori di uno dei grandi della canzone italiana di tutti i tempi.E hanno scelto come titolo“L’anno che verrà”, per augurare a tutti che, dopo tutto quello che abbiamo passato nell’ultimo anno, nel prossimo anno sarà veramente “tre volte Natale e festa tutto l’anno”, come recita la celeberrima canzone di Dalla.



Saranno puntualmente rispettate tutte le normative in vigore per la prevenzione del Covid-19.

Non sei iscritto, partecipa a Vivi Roma!

Autore

Enrico

File disponibili

Nessun file caricato

Socialnetwork

Chi è in linea